> > Apertura pensili cucina: come scegliere il meccanismo più adatto valutando i pro e i contro delle varie tipologie

Apertura pensili cucina: come scegliere il meccanismo più adatto valutando i pro e i contro delle varie tipologie


Categoria: modalità apertura pensili
Apertura pensili cucina: come scegliere il meccanismo più adatto valutando i pro e i contro delle varie tipologie

 

Apertura pensili cucina. A battente o a ribalta? Basculanti o a pacchetto? Qual è il sistema più comodo? E quello più pratico?

Sono tutte domande che sorgono (o dovrebbero sorgere) nel momento in cui si scelgono i pensili della cucina; o meglio: che ci permettono di individuare i meccanismi di apertura pensili ideali per noi che saremo i futuri utilizzatori della cucina. Svolgendo infatti un'utilissima funzione dispensa, la scelta dei pensili è vincolata appunto ai cosiddetti meccanismi di apertura, ovvero quei sistemi che permettono di sfruttare i volumi in maniera più o meno efficace e da cui dipendono:

-le dimensioni dei moduli in altezza e larghezza (quindi il loro potere contenitivo).

-la funzionalità e l'ergonomia complessiva della cucina.

-il design della composizione.

-la possibilità di ricorerre ad eventuali su misura in caso di necessità.

Ne esistono di diversi tipi oggi in commercio, ma non tutti sanno come individuare e scegliere la tipologia di apertura pensili più adatta (anche rispetto al budget). Per questo, oggi analizzeremo i diversi meccanismi di apertura dei pensili cucina, evidenziando per ognuno di essi i pro e i contro, vantaggi e svantaggi che renderenno più consapevole la tua scelta.

APERTURA PENSILI CUCINA: L'ANTA A BATTENTE

L'anta a battente è la tipologia di apertura pensili più comune e diffusa nelle cucine italiane. Lo sportello si apre a destra o sinistra (o in entrambe le direzioni in caso di dimensioni superiori ai 60 cm) per mezzo di cerniere fissate alla scocca del pensile, con un angolo di apertura di 110°. L'ampiezza dell'angolo favorisce la visibilità all'interno del pensile.

Vantaggi: facilità di apertura e chiusura del'anta. Risparmio (considerata la semplicità del meccanismo); possibile ricorso a riduzioni in larghezza e altezza.

Svantaggi: minore praticità: l'anta non può rimanere aperta durante lo svolgimento delle attività in cucina.

ANTA BASCULANTE

L'anta basculante è uno dei sistemi più sofisticati per aprire i pensili in cucina: l'anta infatti, dotata di uno speciale meccanismo oscillante, si proietta verso l'alto per finire al di sopra del pensile stesso. Concettualmente, insieme al sistema a pacchetto, rappresenta l'alternativa al sistema a battente, in quanto, come quest'ultimo, permette di disporre del doppio vano con una singola apertura. I pensili con anta basculante aggiungono valore estetico alla cucina in quanto è possibile realizzare frontali di grandi dimensioni senza alcuna interruzione. Modularità discreta in larghezza (fino a 90 cm) ma non in altezza (max 72 cm). Non sono previste soluzioni "a misura" nè sovrapposizoni con altri pensili.

Vantaggi: piena libertà di accesso al contenuto e di movimento durante lo svolgimento del lavoro in cucina. L'anta infatti può rimanere aperta per tutto il tempo utile per essere poi richiusa a lavoro terminato.

Svantaggi: qualche difficoltà nella chiusura del pensile, specie per persone di bassa statura.

anta basculante

ANTA A PACCHETTO O A LIBRO

L'anta a pacchetto appartiene alla stessa famiglia delle ante con meccanismo basculante o a ribalta. In questo caso però, il fronte è diviso in due parti, che si solleva contestualmente con una leggera spinta verso l'alto. Modularità ampia in larghezza (in genere fino a 120 cm) ma non in altezza (solo in altezza 72 cm); inoltre, non sono possibili riduzioni in larghezza nè sovrapposizioni in altezza con altri pensili. Concettualmente, l'apertura a pacchetto (o a libro), insieme alla bascula, rappresenta l'alternativa al sistema a battente, in quanto, come quest'ultimo, permette di disporre del doppio vano con una singola apertura.

Vantaggi: favorisce la totale visibilità del contenuto del pensile e un facile accesso allo stesso.

SvantaggiCome per la precedente, anche per l'anta a pacchetto la difficoltà principale riguarda la fase di chiusura del pensile, scomoda per persone di bassa statura.

apertura anta a pacchetto

ANTA A RIBALTA O VASISTAS

Dotata di pistoni che permettono all'anta di muoversi verso l'alto e con il minimo ingombro, l'anta a ribalta, nonostante la proiezione verticale, non supera mai l'altezza del vano stesso. Ne viene fuori un angolo di apertura di circa 100°, che fa di questo pensile un sistema pratico, comodo e poco ingombrante. Spesso le ribalte vengono sovrapposte per raggiungere le tradizionali misure dei pensili con anta battente, ovviando così anche al "deficit" in altezza di bascule e pacchetti (realizzati con altezza massima pari a 72 cm). In tal caso, le aperture sono indipendenti l'una dall'altra: i pensili possono essere aperti soltanto una alla volta.

Vantaggi: facilità di accesso e libertà di movimento anche ad anta aperta. Il pensile può essere ridotto in larghezza "su misura". Visto il minimo ingombro in altezza, non offuscano eventuali fonti di illuminazione poste al di sopra del pensile.

Svantaggi: risiedono nella fase di chiusura del pensile, specie in caso di sovrapposizione di due ribalte (in particolare di altezza superiore ai 36 cm ciascuna), di cui una, quella più in alto, diverrà più difficile da chiudere. I pensili sovrapposti possono essere aperti soltanto uno alla volta.

pensile cucina vasistas

SERVO DRIVE

Ispirata ai principi della domotica, l'apertura pensili cucina Servo Drive di Blum rientra nel processo di sviluppo tecnologico che caratterizza oggi l'industria del mobile allo scopo di migliorare la qualità della vita all'interno della casa. Non si tratta di una vera e propria tipologia di apertura, ma di un meccanismo che può caratterizzare diversi tipi di ante, basculanti, a pacchetto, a ribalta. Esse si sollevano per mezzo di una leggera pressione sul bordo frontale del pensile, al cui interno vi è un interruttore che servirà per una comoda chiusura dell'anta. Come avrai già intuito, questa novità è stata escogitata per ovviare alla principale difficoltà nell'utilizzo dei pensili a sollevamento verticale, ovvero la loro chiusura.

Vantaggi: apertura e chiusura semplificata per mezzo di un sistema touch drive, applicato alle ante con sollevamente verticale.

Svantaggi: costi sopra la media rispetto ad un pensile con apertura manuale; necessità di predisporre un impianto elettrico ben congegnato.

pensile cucina servo drive

COME SCEGLIERE I MECCANISMI APERTURA PENSILE PIU' ADATTI

Dopo questo breve ma esauriente excursus sulle varie tipologie di apertura dei pensili cucina, è arrivato il momento di capire in che modo scegliere i meccanismi più adatti senza fare errori. Se l'obiettivo è quello di acquistare una cucina di qualità risparmiando, le ante a battente sono un ottimo compromesso tra funzionalità ed esborso economico.

Soluzione da privilegiare anche per la semplicità di utilizzo, soprattutto nelle fasi di chiusura.

Viceversa, se a prevalere è una logica funzionale, le alternative ci sono e sono tutte molto valide. Pratiche, funzionali, comode da usare: le ante a sollevamento verticale sono sistemi che possono migliorare la qualità dell'esperienza in cucina. Questa scelta ribadisce inoltre l'importanza dell'ergonomia della cucina, in cui facilità di utilizzo e sicurezza sono i due parametri determinanti.

Viceversa, i fattori che possono influenzare la scelta di questa tipologia di pensili riguardano innanzitutto il budget di spesa. In alcuni casi invece può intervenire un certo scetticismo dovuto al timore che, dopo un pò di tempo, tali meccanismi si possano usurare o danneggiare in seguito all'uso prolungato nel tempo.

In altri ancora, il riconoscere immediato di eventuali difficoltà dovute al rapporto con la propria statura: in questo caso infatti, l'utilizzo di tali meccanismi potrebbe essere percepito come poco agevole (specie per chi è al di sotto dei 170 cm di altezza).

Nel primo caso, basterà reperire le necessarie informazioni riguardo la ferramenta e i meccanismi di movimento, in particolare la marca e il numero totale di cicli di apertura/chiusura che la cerniera può sopportare.

Nel secondo invece, occorrerà studiare una soluzione ad hoc durante la progettazione, in cui non dovrebbe essere escluso nemmeno il sistema Servo Drive (creato appositamente per facilitare l'utilizzo dei pensili a sollevamento verticale).

LA QUALITA' DELLA FERRAMENTA E DELLA MECCANICA DI MOVIMENTO

Durante le fasi di scelta dei pensili (e dei relativi meccanismi di apertura) reperire quante più informazioni riguardo la qualità della ferramenta applicata e dei meccanismi di movimento è importante per scongiurare che il pensile, dopo un utilizzo più o meno prolungato, sbatta (nel caso delle ante a battente) o che non rimanga in sospensione (nel caso dei pensili a sollevamento verticale).

Le qualità principali di tali meccanismi devono essere sicurezza, durevolezza, ma anche facilità di montaggio e di regolazione.

Per questo, per le ante a battente consigliamo sempre la migliore cerniera al mondo: è Sensys di Hettich, prodotto che ha rivoluzionato il mondo delle cerniere grazie al suo ammortizzatore integrato invisibile (Silent System), che garantisce costante silenziosità e dolcezza nella chiusura dell'anta, indipendentemnete dal suo peso.

cerniera pensile sensys

Sensys è il non plus ultra delle cerniere, sotto ogni punto di vista.

Le ante si chiudono sempre in maniera efficiente grazie all'ampio raggio in cui si attiva il meccanismo di trazione (35°). Il moto è uniforme e silenzioso, le fughe ridotte al minimo grazie alla regolazione ottimizzata, gli standard produttivi eccellenti: infatti, questa cerniera è testata per sopportare oltre 80.000 cicli di movimento (ben 11 al girono per ogni singolo pensile), alti tassi di umidità nell'aria (quindi è molto resistente alla corrosione) e notevoli oscillazioni termiche.

Questo significa ante sempre allineate e sempre funzionali ed efficienti nel coadiuvare il lavoro in cucina.

Per quanto riguarda invece i pensili a sollevamento verticale, il programma AVENTOS di Blum è un requisito imprescindibile. Sistema di ultima generazione, AVENTOS infatti garantisce un elevatissimo comfort di movimento (quindi di apertura/chiusura) anche per le ante più grandi e pesanti grazie anche alla tecnologia Bluemotion integrata.

sistema aventos ante a ribalta

Il pensile inoltre, se ben regolato, può fermarsi in qualsiasi posizione grazie alla funzione di arresto progressivo, in modo che l'anta sia sempre facilmente raggiungibile e richiudibile. L'affidabilità dei due sistemi (Sensys per le ante a battente, Aventos per le ante a sollevamento verticale) è testimoniata anche dai numerosi premi ricevuti, tra i quali il prestigioso "reddot design award" e il "German Design Award Special".

Torna indietro
Vuoi evitare le attese in negozio?
allo 06.86764223 o tramite form
Vieni a trovarci nel nostro showroom Aperto TUTTI I GIORNI in Via Jacopo Passavanti, 69/c a Roma
dal lunedì al sabato
09.30 - 13.00
16.00 – 19.30
la domenica
10.30 – 13.00
17.00 – 19.30
Ragione Sociale: Design 360 S.r.l.
Sede legale:
Via Domenico Cavalca, 134 - 00139 Roma
Showroom:
Via Jacopo Passavanti, 69/c - 00139 Roma
Tel: 06.86764223
P.IVA: 13485341005