> > Lavello Integrato Nel Top: Tipologie, Pro e Contro Di Una Tendenza D'Arredo Moderna

Lavello Integrato Nel Top: Tipologie, Pro e Contro Di Una Tendenza D'Arredo Moderna


Categoria: lavelli integrati nel piano
Lavello Integrato Nel Top: Tipologie, Pro e Contro Di Una Tendenza D'Arredo Moderna

 

Se anche tu cerchi per la tua cucina i dettagli che fanno la differenza, allora il lavello integrato sul top è sicuramente uno di questi, considerando invece le soluzioni più comunemente adottate e le relative caratteristiche estetiche.

Detto infatti che questi tipi di lavello sono una tendenza ormai consolidata nell'ambito dell'arredo cucina, la differenza con quelli "tradizionali" (ad incasso) è che essi riescono ad esaltare il look della cucina grazie ad un fattore determinante: l'assenza di fughe o giunzioni visibili, per cui una superficie di lavoro che fa della continuità la sua caratteristica più rilevante.

Esistono sul mercato diverse tipologie di materiali che riescono a integrare il lavello sul top ma il primo, in questo senso (anche in termini di adozione temporale) è stato l'acciaio inox, materiale preziosissimo e che da tempo si utilizza in cucina per creare soluzioni con le vasche del lavello saldate sul piano.

L'acciaio, in poche parole, ha aperto la strada ai materiali che vedremo tra poco, ma la sua forza è anche la sua debolezza: bello e igienico sì, facile da pulire anche (e, appunto, con vasche saldate) ma difficile da gestire e da mantenere nel tempo (può facilmente graffiarsi).

Ecco perchè, alla resa dei conti, non ha riscosso l'entusiasmo degli utenti desiderosi in primis di praticità in cucina.

Ed ecco che allora si sono affacciati sul mercato materiali di nuova generazione, pensati dunque sia per ovviare ai limiti dell'acciaio, sia per soddifare le esigenze di utilizzo (e non solo estetiche) di una nicchia in cerca di una soluzione in equilibrio tra pratica e design.

I NUOVI MATERIALI PER OVVIARE AI LIMITI DELL'ACCIAIO

Il primo di questi, cronologicamente parlando, è stato il Corian di DuPont, azienda pioniera nell'integrazione del lavello sul top grazie ad un materiale altamente innovativo, flessibile quanto basta da poter realizzare schienali, alzatine e, appunto, lavelli integrati sul top (in cui è possibile "scavare" le dimensioni e le forme di eventuali gocciolatoi).

lavello integrato sul top

Tuttavia, come nel caso dell'acciaio, i costi al metro lineare del Corian e il costo della lavorazione sul piano hanno relegato questa soluzione a misura per cucine di lusso o comunque per un segmento di clientela alto spendente.

E' l'assist perfetto per dire che lo svantaggio più evidente del lavello integrato sul piano non è soltanto il prezzo della lastra in sè, ma anche della lavorazione dalla quale ottenere il lavello in questione.

Che si parli infatti di Corian, acciaio oppure della quarzite, il lavello integrato sul top non è di certo una soluzione economica. Idem se si considerino i costi superiori alla media del lavello intregrato sul piano HPL, laminato innovativo che contempla appunto una possibilità sconosciuta al classico laminato da cui trae origine.

lavello integrato sul top

Per i materiali invece come Neolith, Dekton o Laminam non è possibile realizzare direttamente il blocco lavello sul piano se non rivestendo un lavello in acciaio sotto top.

Ovviamente non possiamo trascurare il classico ma immortale marmo nelle versioni del lavello in continuità con il piano, soluzione altrettanto valida per realizzare superfici impreziosite non solo dall'effetto minimal del blocco unico, ma anche dal valore stesso della pietra naturale.

PROBLEMATICHE PIU' COMUNI

Le problematiche più comuni dei lavelli integrati sul top sono legati in gran parte alla tipologia di lavelli con vasche squadrate e a questioni di pulizia: questo perchè le pareti verticali e a squadro con il fondo del lavello creano angoli retti in teoria più difficili da trattare e da mantenere puliti (rispetto a quelli arrotondati).

Il fondo completamente piatto inoltre impedisce una correta defluizione dell'acqua verso lo scarico, con possibile stagnazione e creazione di calcare che macchia il lavello.

Ciò significa che se il lavello dovrebbe rovinarsi (specie nella versione HPL), ad essere sostituito dovrebbe essere anche tutto il piano di lavoro, a meno che non si utilizzi un picoclo accorgimento: il fondo in acciaio (indispensabile nel caso in cui si voglia il lavello integrato ad un top in Fenix o Unicolor).

Che però non a tutti piace: ecco perchè per ovviare a questi inconvenienti, oltre che ai costi e alla modalità di manutenzione (ricordiamolo, solo per le vasche squadrate), le aziende leader del settore offrono lavelli stampati in diversi materiali tecnici, accomunati dalla facilità di integrarsi con piani in quarzo in primis.

Da poco infatti l'azienda tedesca Schock ha realizzato il primo lavello in quarzo (miscelato ad una resina acrilica di alta qualità) che si integra perfettamente al piano di materiale analogo senza che siano visibili fughe o giunzioni nel relativo punto d'incontro, eguagliando così la perfezione e la pulizia estetica dei lavelli realizzati su superfici ultracompatte (Corian in primis).

lavello integrato sul top

Ovviamente i costi in questo caso sono più abbordabili, ma non meno economici della stampa diretta sul piano.

ALTERNATIVE AL LAVELLO INTEGRATO SUL TOP

Se proprio non si può affontare la spesa di un piano che preveda la stampa del lavello sul top, allora le uniche due alternative possibili sono il lavello filotop e il lavello sottotop i quali, ognuno a proprio modo, garantiscono alla cucina quell'aspetto minimal che è quasi sempre l'obiettivo numero uno di chi è allettato da soluzioni non ad incasso.

Nel primo caso si dovrà optare tuttavia per un lavello in acciaio, che interromperà però l'uniformità tipica di una superficie realizzata in continuità; nel secondo invece, un lavello in materiale composito (fragranite), vista l'ampissima gamma di colori disponibili, potrebbe essere un giusto compromesso e realizzare un effetto molto simile alla stampa diretta sul top, specie se abbinato alla famiglia delle pietre sinterizzate prima citate (Dekton, Neolith, Laminam).

lavello integrato sul piano

Ciò grantisce anche un non trascurabile contenimento dei costi, che non guasta mai in ottica di un investimento importante come quello per una cucina.

 

 

Torna indietro
Vuoi evitare le attese in negozio?
allo 06.86764223 o tramite form
Vieni a trovarci nel nostro showroom Aperto TUTTI I GIORNI in Via Jacopo Passavanti, 69/c a Roma
dal lunedě al sabato
09.30 - 13.00
16.00 – 19.30
la domenica
10.30 – 13.00
17.00 – 19.30
Ragione Sociale: Design 360 S.r.l.
Sede legale:
Via Domenico Cavalca, 134 - 00139 Roma
Showroom:
Via Jacopo Passavanti, 69/c - 00139 Roma
Tel: 06.86764223
P.IVA: 13485341005